L'Altopiano delle Murge

La Murgia

La Murgia altrimenti conosciuta come le Murge è un altopiano pugliese dalla forma pressoché rettangolare che si colloca a Sud dell'Ofanto (maggiore corso d'acqua della regione) e si estende fino all'Adriatico.

Con una superficie di oltre quattro mila chilometri quadrati, esso ingloba parte della provincia di Bari in Puglia e Matera in Basilicata, ampliandosi anche verso Brindisi e Taranto.

Si tende a distinguerla in Alta e Bassa Murgia, la prima rappresentante la sommità dell'altopiano, la seconda invece quella parte di terra più produttiva in cui sono presenti gli oliveti; in generale però il territorio interno delle Murge appare poco fertile e idoneo per lo più all'allevamento.

Seppure vi sia la tendenza alla trasformazione agricola della zona, tipico di queste terre è il paesaggio brullo e povero di terreno coltivabile con un insediamento umano piuttosto scarso.

L'altezza media delle Murge è pari a cinquecento metri.

Grande rilevanza ha il calcare, la pietra dal colore bianco-grigiastro molto in uso per la costruzione.

Il nome Murgia deriva con ogni probabilità dal termine 'murex' ('sporgenza rocciosa'): questo per sottolineare quanto il territorio sia coperto da una vegetazione povera e rada, interrotta talvolta da qualche accenno di vegetazione come possono esserlo una piccola quercia o una piccola selva antica.

Al di là delle Murge la Puglia è suddivisa in altre tre zone ossia quella del Gargano, che forma lo sperone dello stivale, del Tavoliere delle Puglie, maggiore pianura dell'Italia peninsulare, e della penisola del Salento, posta tra il Mar Ionio e Adriatico.